La Tuscia Viterbese

Dall'epoca Etrusca al Medioevo

1°giorno - Il Parco Archeologico Naturalistico di Vulci.

Incontro con la guida e visita di Vulci, antica metropoli dell'Etruria, successivamente importante città romana. L'area archeologica è collocata nel cuore della Maremma laziale, in un suggestivo contesto paesaggistico. Una volta entrati dalla porta monumentale etrusca, visiteremo i resti degli edifici romani più importanti, quali le basiliche, i templi e la domus del criptoportico. Escursione facoltativa al laghetto del Pellicone, incastonato fra rocce vulcaniche. Sosta per il pranzo.

Avendo a disposizione l'intera giornata visiteremo anche il Castello della Badia, attiguo al Ponte del Diavolo, ed il museo archeologico al suo interno.

2°giorno - Il Lago di Bolsena.

Dopo colazione trasferimento a Bolsena, antico borgo lungo la Via Francigena, dove visiteremo la collegiata di Santa Cristina, composta da tre chiese affiancate, due cappelle ipogee e un sistema di catacombe. Raggiungeremo poi il castello Monaldeschi in posizione panoramica sul lago. Trasferimento in bus a Montefiascone, nota per il vino “Est!Est!!Est!!!”. La cittadina, posta a 640 m in posizione dominante sul lago, ospita la romanico-gotica basilica di San Flaviano, il rinascimentale Duomo di Santa Margherita, con la grandiosa cupola del Fontana, e la Rocca dei Papi. Sosta per il pranzo. Nel pomeriggio tour panoramico del lago in bus. Il lago di Bolsena (114 Kmq di superficie) è il più grande del Lazio: al suo interno sorgono due isole, la Bisentina e la Martana.

3°giorno - Civita di Bagnoregio e il Sacro Bosco di Bomarzo.

Dopo colazione raggiungeremo l'affascinante paese medievale di Civita di Bagnoregio, costruito su una rupe assottigliata da un'inarrestabile erosione: si presenta come una spettacolare isola tufacea in un mare di calanchi argillosi. Unico accesso al pittoresco borgo un’imponente ponte pedonale. Pausa per il pranzo e trasferimento al Sacro Bosco di Bomarzo, conosciuto anche come Parco dei Mostri. Il giardino è una delle opere più poetiche del manierismo italiano e si articola in un'affascinante percorso tra singolari iscrizioni e sculture ciclopiche. Tra le numerose opere raffiguranti personaggi epici e mitologici spiccano la terrificante Bocca dell'Ade, la Casina Pendente ed il Tempietto dedicato dal committente e proprietario alla moglie scomparsa.

4°giorno - Tarquinia e Tuscania.

Dopo colazione trasferimento a Tarquinia, dove visiteremo la Necropoli dei Monterozzi, sito UNESCO, con circa 150 tombe affrescate: dai piccoli ipogei con scene di banchetti, alle grandi tombe gentilizie di età ellenistica caratterizzate da terrificanti soggetti demoniaci. Trasferimento presso il Museo Archeologico di Tarquinia, uno dei più importanti d'Italia, che ospita numerosi reperti, tra cui la scultura dei Cavalli Alati e affreschi staccati da varie tombe. Pausa per il pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Tuscania, incantevole centro immerso nella campagna maremmana. Vicino al paese visiteremo le antichissime basiliche di S. Pietro e S. Maria Maggiore, veri capolavori dell’arte romanica.

 CONTATTI

MOBILE:

+39 333 108 8184   

 EMAIL: 

sentieriditoscana@libero.it

‚Äč